Brunello di Montalcino 1985 cl 75 - Biondi Santi Il Greppo

Brunello di Montalcino 1985 cl 75 - Biondi Santi Il Greppo

SKU: BIO1001
€ 550,00Prezzo
IVA inclusa

 

  • Scheda tecnica

    Prima della messa in vendita il prodotto è stato accuratamente controllato. Non possiamo però garantire che a distanza di tanti anni il vino sia ancora perfettamente conservato. La vendita di questa bottiglia è quindi soggetta alla clausola “come visto e piaciuto". 

     

    Vitigno: Sangiovese grosso, affinamento per 3 anni in botti di rovere di Slavonia e per almeno 6 mesi in bottiglia

    Grado alcolico: 13,50% vol

    Abbinamento consigliato: primi piatti con selvaggina, bollito misto, tagli di manzo con cotture lunghe

    Potenziale di invecchiamento: oltre 25 anni

    Areale di produzione: Montalcino - Toscana    bottiglia n.46361

  • La storia

    Vendemmia “eccezionalissima“. Al Greppo andamento stagionale molto favorevole con Maggio piovoso e caldo; Giugno asciutto e caldo; Luglio asciutto e caldo; Agosto mediamente piovoso e caldo; Settembre asciutto e caldo. Periodo vendemmiale asciutto. Maturazione delle uve molto anticipata di circa 15 giorni. Uva perfetta, sana e matura, molto ricca di colore, mosto ricco di estratto e zuccheri. Con questa Grande Riserva celebriamo degnamente il Centenario di un´altra nostra grande vendemmia, quella del 1891 (la prima è stata quella del 1888). Cambiato il tappo e fatta la Ricolmatura nell´Ottobre 2000. Vennero vinificate solamente le uve provenienti dalle vigne di nostra proprietà. Stappare e scolmare un poco le bottiglie almeno 8 ore prima della degustazione.

     

  • La Storia

    ll prestigio del Greppo ha inizio i primi dell’800 con la grande cultura enoviticola della famiglia Santi proprietaria di questa Azienda, il cui territorio ha una straordinaria vocazione viticola per il Sangiovese. Clemente iniziò a vinificare il Sangiovese in purezza e trasmise la sua scienza enoviticola al nipote Ferruccio Biondi Santi che, a seguito dell’arrivo della fillossera a metà ‘800, selezionò un clone di Sangiovese con cui riuscì a dare vita a vini di straordinaria longevità. Fu proprio Ferruccio a produrre la prima bottiglia di Brunello di Montalcino nel 1888.